COVID-19 e politiche locali del cibo: le attività della Rete

In questo momento così delicato ma allo stesso tempo di grande fermento, stiamo seguendo molto da vicino l’evoluzione delle notizie, dei rapporti e delle iniziative legate agli impatti del COVID-19 sui sistemi alimentari. Dopo uno scambio durato qualche giorno, abbiamo definito, come Gruppo di Coordinamento, Segreteria Tecnica e con la collaborazione di alcuni di voi che avevano avanzato la disponibilità a collaborare, alcune linee operative per attivarci come Rete rispetto alle profonde trasformazioni in atto. Vi riepiloghiamo brevemente le iniziative, con l’indicazione anche del gruppo di lavoro che si sta occupando della definizione:

Sondaggio su COVID-19 e politiche locali del cibo

Quali sono stati gli impatti del corona virus sugli sistemi alimentari e quali trasformazioni avranno luogo? Quali sfide per le politiche locali del cibo?

Per rispondere a queste domande, un gruppo di lavoro ha costruito e diffuso un questionario dedicato ad esperti, ricercatori, amministratori, addetti ai lavori variamente coinvolti o interessati alle politiche locali del cibo.

Al questionario hanno risposto 78 esperti da tutte le zone d’Italia. I risultati sono stati analizzati e descritti nel report COVID-19 e Politiche Locali del Cibo: una prima analisi degli impatti e delle soluzioni adottate in Italia

Questionario sulle abitudini alimentari

L’obiettivo del questionario è rilevare se e come le conoscenze, attitudini e abitudini alimentari sono mutate con la pandemia di COVID-19 e capire se e quali di questi cambiamenti si sono consolidati nel tempo, con una prospettiva che va oltre l’emergenza.

E’ possibile compilare il questionario a questo link: https://forms.gle/cukbdgxvSYkBeCuVA

Vi chiediamo di contribuire a questa ricerca compilando il questionario e diffondendolo tra amici, conoscenti, parenti, utilizzando i vostri canali per una diffusione capillare. Per ulteriori informazioni, potete rivolgervi al gruppo di lavoro che ha lavorato al questionario: Giaime Berti: giaime.berti@santannapisa.it; Adanella Rossi: adanella.rossi@unipi.it; Chiara Spadaro: spadaro.chiara@gmail.com

Scheda di rilevazione pratiche di consumo di cibo durante e dopo quarantena

Come Rete Italiana Politiche Locali del Cibo, mettiamo a disposizione una scheda per guidare l’osservazione del cambiamento delle pratiche di consumo di cibo nel periodo di quarantena e post-quarantena.

La scheda è già stata utilizzata da alcuni di noi in attività didattiche. Riteniamo funzioni molto bene per lavorare con gruppi di alunne/i, studenti/studentesse, ma anche con gruppi specifici. La scheda può essere adattata ai diversi scopi e interessi di ricerca.

Come Rete ci piacerebbe creare un archivio in cui raccogliere le immagini, video o ricostruzioni prodotte per fare memoria di questo periodo.

A questo scopo, vi invitiamo a raccogliere i materiali testuali e multimediali e a inviarli all’indirizzo rete.politichelocalicibo@gmail.com, inserendo come oggetto “Pratiche di consumo COVID-19“. Ci auspichiamo che l’adozione da parte vostra della scheda e la raccolta dei risultati possa nutrire un archivio che testimoni il cambiamento dei modelli di consumo durante e dopo l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

Webinar: Soluzioni di food sharing contro lo spreco alimentare al tempo del COVID-19

Registrazione video e audio del webinar disponibile a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=vwzCYkxQR0w

Disponibili le slides degli interventi di:

Meta-mappatura

Si tratta di una mappatura di mappature (meta-mappatura), con cui abbiamo censito e mappato iniziative di mappatura di diverse pratiche – istituzionali e dal basso – messe in atto nei territori per fare fronte alle difficoltà che la pandemia ha portato ai sistemi del cibo.

Per ora i punti mappati sono stati organizzati in quattro categorie: solidarietà sociale, recupero delle eccedenze, economia solidale e delivery.

Si tratta di un progetto di mappatura dal basso, aperto ai contributi degli utenti (anche se non si può parlare di vero e proprio crowdmapping) e quindi soggetto a modifiche, sia nei contenuti che nella struttura.
Al momento ha una duplice funzione: offrire un servizio ai cittadini e alle cittadine dei territori in cui sono attive le iniziative mappate e mostrare la vitalità delle reti territoriali nel reagire alle difficoltà del sistema.

La mappatura è ospitata dalla piattaforma open source uMap ed è disponibile a questo indirizzo.

Gruppo di lavoro: Giacomo Pettenati, Ilaria Vittone, Chiara Spadaro e Simona Tarra

Condividi: